Skip Navigation
 

Avvisi ai partecipanti

21 gennaio 2009

Ciao a tutti,

ecco le ultime notizie sul trail e informazioni utili per chi andrà fino a Nome:

Anche in Alaska, come qua, dopo il freddo intenso dei giorni scorsi le temperature sono salite, rendendo la neve più pesante e causando parecchi trabocchi dai corsi d'acqua.

Un insegnante della scuola di Elim (un villaggio a metà strada fra Unalakleet e Nome) che parteciperà all'Iditarod Trail Invitational nel 2010, ha offerto la propria disponibilità per aiutare i racer diretti a Nome. In particolare potrà fornire contatti utili ai racer nei villaggi di Unalakleet, Shaktoolik, Koyuk, Elim, Golovin e White Mountain. In ogni caso, si è detto disponibile per offrire ai racer in transito per Elim una doccia e un pasto caldo nonché un posto per dormire.
Nick Schollmeier, insegnante nella scuola di Elim.

Michael Schoder, un volontario che l'anno scorso ha contribuito a tracciare il percorso fra Skwentna e Finger Lake, ha detto che ci sono tratti del trail molto aspri e pieni di cespugli. I cespugli restano un'incognita, mentre il problema causato dalle piogge successive ad abbondanti nevicate che hanno provocato parecchi trabocchi d'acqua (Shell lake sembra un lago d'acqua azzurra su un fondo di ghiaccio) dovrebbero risolversi con l'abbassamento delle temperature che faranno ghiacciare le acque esondate.